Archivi categoria: Salute

Quando richiedere le detrazioni per montascale e come ottenerle?

Tornare a vivere in piena autonomia la propria abitazione ora è meno oneroso, grazie alle detrazioni per montascale e mini ascensori previste dalla legge, che consentono di ottenere un rimborso relativo al 50% della spesa sostenuta.

Tra le varie normative sui montascale per disabili, la legge n° 13/89 sull’abbattimento delle barriere architettoniche introduce delle agevolazioni per montascale usufruibili da chiunque sia assoggettato all’imposta sul reddito delle persone fisiche, che vedremo di seguito. Suggeriamo, in ogni caso, di consultare sempre un consulente fiscale per verificare l’applicabilità di tali norme alla situazione particolare di ogni contribuente. Continua a leggere

Quando il bambino ha l’acetone

Il vostro bambino che salta e corre in continuazione, che non smetterebbe mai di giocare e che è una fonte inesauribile di energia è stanco, debole e pare non avere energie? Potrebbe essere colpa dell’acetone (o chetosi). Se così fosse niente paura: si tratta di  un disturbo tipico dell’infanzia solitamente è un disturbo passeggero ma nonostante la “innocuità” è fastidioso e non va sottovalutato.

I sintomi tipici dell’acetone sono  mal di testa, mal di pancia, forte spossatezza, nausea e vomito.

La cura immediata per combattere la crisi è un bel bicchiere di acqua zuccherata. Continua a leggere

Quando è il momento di fare un figlio?

Che domanda bizzarra vero? Eppure questo è uno dei dilemmi che affliggono tante donne, tante coppie. Il fatto è che abbiamo l’abitudine di programmare tutto, di mettere la nostra vita in un’agenda dove tra appuntamento dal dentista e promemoria della spesa citiamo la frase avere un figlio. Ovviamente si tratta di un’estremizzazione ma per tanti versi purtroppo la situazione somiglia molto a questa triste immagine. Continua a leggere

Quando usare la maschera antismog

Argomento sempre, purtroppo, molto attuale quello che riguarda l’inquinamento atmosferico.

Quotidianamente o quasi sentiamo parlare nei telegiornali di smog, p10 e polveri sottili. Dati allarmanti, preoccupanti che quasi ci inducono ad uscire di casa il meno possibile laddove ci troviamo davanti al superamento dei limiti consentiti o  che ci disincentivano all’utilizzo della bicicletta. Continua a leggere

Quando cambiare le lenzuola?

bed-1158267_960_720La piacevole sensazione di entrare in un letto con le lenzuola appena cambiate la conosciamo tutti. Si dorme meglio è indubbio. Ma perché? E’ solo una questione di sensi? E’ solo perchè si ha la sensazione di “fresco e pulito”? In realtà è molto di più. Continua a leggere

Quando il bambino ha la tosse

adorable-20374_640La tosse è un sintomo che impone sempre o quasi sempre una visita medica. La tossa significa infatti che esiste una infiammazione della gola o peggio dei bronchi o dei polmoni. Ci sono molti tipi di tosse: c’è la tosse grassa, catarrale o secca, stizzosa, con andamento uniforme o che si presenta solo in determinati momenti della giornata ad esempio la sera e la mattina. Continua a leggere

Quando il latte materno non basta più

 

Quante volte alle neo mamme viene posta la domanda “gli/le dai il tuo latte?” e alla risposta affermativa ci si sente rispondere “che fortuna”? Allattare al seno è impegnativo, ma è un’esperienza davvero unica, è un peccato non viverla. Il latte materno è un alimento insostituibile, unico, prezioso. Per questo l’allattamento al seno va protetto, incoraggiato, prolungato per più tempo possibile. Però talvolta può accadere che il latte termina all’improvviso o inizia a scarseggiare. Allora in questi casi viene in aiuto il latte artificiale. Continua a leggere

Quando misurare la pressione arteriosa

sfigmomanometro

sfigmomanometro

Quante volte ci siamo sentiti dire come risposta a nostri svariati malesseri “sarà stato uno sbalzo di pressione”. In effetti la pressione o, meglio, lo sbalzo di pressione è spesso causa di malesseri e talvolta spia di un qualcosa di più serio. Continua a leggere

Quando il neonato ha le coliche


foto di public domain

Uno dei tasti dolenti quando si parla di neonati è la colica. Li portiamo a casa dall’ospedale beati e pacifici, che mangiano e dormono e poi un “bel” giorno ce li ritroviamo disperati, inconsolabili alle prese con un pianto incessante, talvolta con grida strazianti. Nessuna paura è la colica e come è arrivata se ne andrà al massimo, generalmente, dopo i tre mesi di vita.

Continua a leggere