Quando bisogna pesarsi?

Non per mettervi ansia ma siamo già a fine aprile, ancora un paio di mesi e vi toccherà indossare il costume. Molti di voi non vedono l’ora lo so bene, ma pensiamo anche a tutti gli altri (io rientro in questo gruppo) che sono ancora lontani anni luce dal superamento della prova costume e che aimè devono ancora finire i pezzi rimasti della colomba e dell’uovo di Pasqua.

Le cose da fare sono due: optare per le vacanze in montagna oppure iniziare a darsi una regolata e, seppur con vergognoso ritardo, iniziare la tanto antipatica dieta.

Per chi aspetta sempre la “zona Cesarini” per iniziare le diete e che, inevitabilmente, ha fretta di vedere i risultati ci sono delle regole in più da seguire rispetto a tutti gli altri. Innanzitutto occorre chiarire che non è che si debba fare una dieta più drastica perché si ha meno tempo altrimenti si rischia di “sciuparsi” più che di dimagrire, si rischia di danneggiare la salute e anche di non ottenere risultati durevoli nel tempo.

E poi occorre avere la pazienza e la costanza  senza incorrere nell’errore della  fretta. Uno degli errori più frequenti è quello di pesarsi troppo spesso e male. Un errore che è controproducente perché spesso il risultato della pesatura è errato proprio perché è sbagliato il modo di pesarsi e il dato, errato, che la bilancia ci da talvolta ci scoraggia e ci fa quindi “mollare” la presa, diventare incostanti, perdere la fiducia, darci il malumore. Tutti sentimenti che fanno a botte con la dieta.

Ma cosa significa pesarsi nel modo corretto?

Lo strumento che tutti noi usiamo per controllare il nostro peso e, in caso di dieta, i risultati dei nostri sacrifici, è  la bilancia. La bilancia ci da risultati oggettivi e reali, tuttavia spesso ci si pesa  in modo errato ottenendo risultati falsati.

Quindi: come ci si pesa nel modo giusto?

Una pesatura corretta inizia con la  bilancia giusta. Se possedete una bilancia vecchia e mal funzionante forse l’inizio della dieta potrebbe essere una buona occasione per acquistare una bilancia nuova.

Partendo dal  gusto personale e dall’uso  che si fa della bilancia si può anche optare per una bilancia multifunzione che consente di  misurare  peso e  percentuale di grasso corporeo, altrimenti si pu restare sul tradizionale scegliendo una buona bilancia digitale  con la sola indicazione del peso.

Indipendentemente dal tipo di bilancia che si sceglie si deve avere l’accortezza di pesarsi sempre nella stessa bilancia in quanto, a seconda del  modello e anche di atri fattori, pensandosi su bilance diverse è possibile ottenere risultati leggermente diversi.

La bilancia dovrà essere posizionata in un posto su un corretto piano di appoggio (evitate tappeti ) e lasciata li “per sempre”, evitate di spostarla da una stanza all’altra.

Evitate di pesarvi troppo: durante il giorno il peso si modifica per una serie di fattori, le oscillazioni del peso corporeo arrivano anche fino a 2-3 kg, ed è pertanto totalmente inutile oltre che ingannevole pesarsi più volte. L’ideale sarebbe pesarsi la mattina a stomaco vuoto, dopo essere andati in bagno, meglio se nudi .

Il desiderio di vedere i risultati della dieta fanno si che si tenda a pesarsi quotidianamente, ma per avere un risultato per quanto possibile non falsato, sarebbe meglio  stabilire un giorno fisso della settimana per la pesatura, ad esempio il sabato mattina cosicché la distanza temporale tra le pesature è sufficiente a per  valutare i risultati a lunga scadenza.

Imparate ad interpretare ciò che dice la bilancia, nel senso che i primi tempi se si segue la dieta correttamente è molto probabile la bilancia indichi un calo di peso mentre andando avanti con il tempo i cali di peso potrebbero essere più difficili. Questo perché  all’inizio di una dieta si tende a perdere liquidi. Se alla dieta si associa un incremento dell’attività fisica è anche probabile che la bilancia indichi un aumento di peso. Ciò non significa che siete ingrassati ma che è aumentata la massa muscolare. Il peso che la bilancia ci dice infatti è comprensivo di grasso corporeo, muscoli, organi, liquidi, sangue e ossa.

Ma non è solo la bilancia a rivelare il successo o l’insuccesso della vostra dieta. Ci sono metodi che si possono alternare ed integrare la pesatura, come la misurazione delle circonferenze con un metro a nastro, come la semplice “prova vestiti”,  come la comparazione di foto prima e dopo dieta.

Riassumendo: ci sono degli ingredienti indispensabili assieme a frutta e verdura nelle diete che si rispettano si chiamano pazienza e costanza.  Occorre invece evitare grassi, fritti e fretta che, anche in questo, caso è una cattiva consigliera. Gli strumenti da usare sono la bilancia, il caro vecchio metro da sarta, i vestiti, lo specchio (senza troppa autocritica) ed il buon senso. Non importa se non si arriverà alla prova costume come avremmo desiderato, di certo un buon risultato lo si può considerare tale se la dieta assieme ad una forma migliore non ci fa perdere il buon umore e la stima in noi stessi. Questi elementi sono certamente molto più importanti della prova costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.