Quando fare pubblicità su Linkedin

Quando fare pubblicità su Linkedin

LinkedIn è uno strumento molto prezioso per fare rete con professionisti che la pensano allo stesso modo. Ma ecco qualcosa di cui non parliamo tanto quanto dovremmo: LinkedIn è anche un’utile piattaforma di inbound marketing.

Potrebbe sembrare un po’ intimidatorio, ma effettivamente hai più potere a tua disposizione con LinkedIn di quanto potresti immaginare. Questo perché LinkedIn ha una potente piattaforma pubblicitaria. Se stai già utilizzando le tecniche pay-per-click (PPC) per potenziare la tua presenza su Facebook, Twitter o Google, considerati fortunato: puoi aggiungere anche LinkedIn a quell’elenco.

Perché fare pubblicità su LinkedIn?

LinkedIn è noto per essere LA piattaforma che riunisce professionisti da tutto il mondo, in tutti i campi. Secondo le statistiche di questo social network, LinkedIn ha 260 milioni di utenti attivi al mese, inclusi 180 milioni di influencer.

La pubblicità su LinkedIn rappresenta l’opportunità di raggiungere un vasto pubblico professionale, soprattutto per le aziende la cui attività è basata sul “Business to Business”, ovvero tra professionisti.

Il pubblico è incredibilmente specifico: può essere preso di mira in base a interessi, professione, industria, istruzione, geografia e altro ancora. Altri vantaggi della pubblicità su questo social media sono la gestione flessibile del budget, gli strumenti per il monitoraggio e l’analisi dei risultati e infine il suo multilinguismo.

In altre parole, oltre ad avere accesso ad un pubblico particolarmente qualificato e vasto, le possibilità di segmentare i propri annunci sono molto interessanti. Puoi dunque avviare in autonomia una campagna Linkedin, ma è altresì importante saper riconoscere quando è opportuno rivolgersi ad un’agenzia SEO.

Come funzionano gli annunci LinkedIn?

Le tue campagne pubblicitarie su LinkedIn vivranno su una piattaforma separata da LinkedIn: la piattaforma LinkedIn Marketing Solutions. Gli annunci LinkedIn prevedono una pianificazione in cinque passaggi, una volta che hai LinkedIn Campaign Manager:

  • Scegli un obiettivo;
  • Seleziona i criteri di targeting;
  • Scegli un formato dell’annuncio (sponsorizzato, messaggio, dinamico o annunci di testo);
  • Imposta un budget pubblicitario;
  • Misura il successo del tuo annuncio.

Fissare obiettivi specifici

Per ogni campagna che creerai con LinkedIn Ads, devi scegliere i tuoi obiettivi principali. Il social network professionale ti offre 3 opzioni principali:

1- Consapevolezza. Con un obiettivo legato a quella che viene chiamata brand awareness, miri a creare consapevolezza del tuo marchio attraverso campagne incentrate sul numero di impressioni.

2- Considerazione. Le cosiddette campagne di “considerazione” possono riguardare il numero di visite al tuo sito web, o l’aumento di follower sul profilo. In questo caso, vorrai invogliare più persone a visitare il tuo sito web.

3- Conversione. Per obiettivo di conversione, stiamo parlando di lead generation. Con LinkedIn Ads, sarai in grado di generare lead utilizzando moduli precompilati che includono i dati dei membri di LinkedIn.

A questo punto sarà possibile passare alla definizione del pubblico.

Opzioni di targeting per LinkedIn

Il targeting degli annunci in LinkedIn ti aiuta a condurre una campagna pubblicitaria di successo, perché quando ti rivolgi alle persone giuste, porta a un maggiore coinvolgimento e a più conversioni. Con LinkedIn, il processo di selezione del pubblico a cui intendi rivolgerti funziona allo stesso modo, indipendentemente dal tipo di annuncio selezionato.

Quando stabilisci a chi rivolgerti, LinkedIn fornisce oltre 20 diversi attributi del pubblico e categorie di targeting tra cui puoi selezionare: esempi includono il nome dell’azienda, le dimensioni dell’azienda, i gruppi di membri, gli interessi dei membri, le scuole dei membri, il titolo di lavoro, l’anzianità di lavoro e abilità.

Imposta il budget e la tempistica

Prima di mettere in pista la tua campagna, devi comunque definire due elementi principali: il budget e la pianificazione.

Hai tre opzioni

  • Costo per clic (CPC), più comunemente utilizzato nelle campagne di acquisizione contatti, come la generazione di lead o la registrazione di eventi;
  • Il costo per impressione (CPM) è totalmente adatto a campagne pubblicitarie il cui obiettivo principale è la consapevolezza;
  • Il costo per invio (CPS) viene utilizzato per le campagne in cui vengono inviati i messaggi.

Oltre alle opzioni di cui sopra, devi anche impostare la tua proposta di offerta, il tuo budget giornaliero, il tuo budget totale e le date di inizio e fine della tua campagna.

Con un pubblico potenziale di quasi 660 milioni di membri LinkedIn in più di 200 paesi in tutto il mondo, la piattaforma pubblicitaria LinkedIn Ads è progettata per garantire il successo delle aziende, indipendentemente dai loro obiettivi di marketing e dal budget pubblicitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.