Quando arredare la cameretta del bambino

CamerettaPer le coppie in attesa di un bambino, soprattutto nel caso in cui si tratti del primo figlio, la domanda “quando iniziare ad arredare la cameretta” è uno dei pensieri tra i più ricorrenti.

Purtroppo, non c’è una risposta precisa a questa domanda perché molto dipende dalle “intenzioni” della coppia e da quanto i genitori siano più o meno scaramantici.

In che termini parlare di “intenzioni”? Eccolo subito spiegato.

Molti genitori decidono, almeno nei primi mesi di vita del nascituro, di collocare la culla del neonato nella propria camera matrimoniale così da avere il bambino sempre strettamente sotto controllo. In molti casi i primi mesi possono addirittura trasformarsi in anni, ovvero fino a quando il bambino non diventi talmente grande da avere bisogno di un proprio lettino che sostituisca la culla (in taluni casi verso i 3 anni) e quindi una cameretta tutta propria.

In questi casi, dunque, l’arredamento della cameretta diventa una necessità secondaria, o comunque rimandabile. Difatti, se appartenete a questa categoria di genitori, non ha senso preoccuparsi di arredare la cameretta del bambino mesi o addirittura anni prima rispetto all’effettiva data di utilizzo!

I tempi cambiano, le mode pure….

Se, invece, il vostro “concetto di educazione” è legato all’idea di un’”ambientazione immediata” del piccolo in quelli che saranno i SUOI spazi e tutelare al contempo la “riservatezza” e l’intimità della coppia allora potete pensare ad arredare la stanzetta del vostro piccolo qualche mese prima del parto. Magari assicurandosi che siano passati i mesi più “pericolosi” quindi dopo i primi 3 e possibilmente prima del settimo, perché un parto prematuro può essere sempre dietro l’angolo.

Il tutto scaramanzia permettendo 🙂

Ultimo consiglio: per arredare in modo completo la stanzetta del vostro piccolo non dimenticate di fare un giro anche nella rete. Troverete sicuramente molte offerte e tante idee per complementi d’arredo sempre moda (clicca qui).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.