Quando inziano a parlare i bambini?

1E’ un momento attesissimo da genitori e nonni, un momento che quando arriva, all’improvviso, inaspettato pare stoppare il tempo. Chi si emoziona, chi si commuove, chi non crede alle proprie orecchie, chi segna la data sul calendario: è il momento della prima parola di nostro figlio.

Attesa con trepidazione può arrivare con netto anticipo rispetto al previsto o con netto ritardo causando non poche ansie per i genitori. Ma il ritardo e l’anticipo rispetto a quali termini si riferiscono?

I bambini hanno tempi diversi per l’apprendimento del linguaggio che è sensibilmente influenzato dai comportamenti dei genitori: se il bambino vive in una casa nella quale nessuno parla non può certo imparare a parlare precocemente.

Per aiutare lo sviluppo del linguaggio è indispensabile parlare al bambino, parlargli spesso e con calma.

Altro utilissimo consiglio è quello di tradurre i fatti in parole. Ogni qual volta il bambino tocca o indica un oggetto è bene, con parole semplici, riferirsi con le parole all’oggetto o all’evento indicato. Inoltre non bisogna pretendere l’impossibile dal bambino: se dice “mamma” non pretendete che immediatamente dopo dica “zia”.

In linea di massima la prima parola del bambino, che è quasi per tutti “mamma”arriva nel secondo semestre di vita del piccolo, ma può arrivare anche dopo l’anno compiuto e non per questo i gentiori devono allarmarsi. Alla parola “mamma” potrebbe seguire un periodo di “silenzio” di alcuni mesi.

Periodo in cui il bambino dirà la sua prima parola e tanti versetti che imitano le parole. genitori devono sforzarsi di comprenderne il significato ed accontentare il bambino che, con fatica, indica un oggetto e tenta di associare il nome. Constatando che con le “parole” si possono ottenere le “cose” il bambino si metterà di impegno per impararne il maggior numero possibile.Generalmente verso i due anni il bambino parla il “bambinese” esprimendosi comunque in modo comprensibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.