Quando raccogliere la zucca?

Quando raccogliere la zucca?

Chi ha seminato le zucche proprio in questo periodo le vedrà crescere e si domanderà se è il caso o meno di raccoglierle. Le prime piogge fanno subito venire alla mente risotti, frittelle e torte di zucca. Ma quando è il momento giusto per la loro raccolta? Scopriamo quando raccogliere la zucca.

Il ciclo colturale della zucca

Se si pensa all’autunno è quasi automatico pensare alle zucche, uno degli ortaggi di stagione. La zucca, nome scientifico Cucurbita maxima, ha un ciclo colturale piuttosto lungo, della durata di circa 5 mesi. Se si fanno i conti e si considera che la semina avviene in primavera ecco che il ciclo si conclude da fine estate in poi. Ovviamente molto dipende dalla varietà della zucca: ci sono varietà a maturazione precoce ed altre a maturazione tardiva. Ciò che è bene sottolineare è che il tempo di raccolta è piuttosto lungo.

Perché è importante raccogliere la zucca al momento giusto

Tra una zucca acerba ed una zucca matura ci sono delle importanti differenze che non riguardano solo il gusto. Per questo è importante capire quando è il momento giusto per la raccolta La maturazione conferisce alla zucca un gusto dolce e zuccherino. La polpa di una zucca matura presenta il caratteristico colore arancione e il tipico sapore. La consistenza, previa cottura, è pastosa e morbida. Una zucca acerba è dura, fibrosa e non ha sapore. Una zucca matura dura nel tempo e può essere conservata mentre una zucca acerba contiene molta acqua e non si conserva nel tempo. Una zucca matura contiene molti semi che, a loro volta, possono essere conservati per essere ripiantati la stagione successiva o consumati.

Come capire se la zucca è pronta per la raccolta

Per capire i momento giusto per raccogliere le zucche è osservare le foglie che nella zucca pronta sono secche ed ingiallite. Il picciolo secco indica con molta probabilità che la zucca è matura.
Altro importante elemento da considerare è la buccia. Incidendo la buccia esterna con l’unghia se ne può verificare la consistenza: se è dura e si scalfisce con difficoltà la zucca è pronta per essere raccolta. Se si bussa con delicatezza sul frutto e si sente un suono sordo, allora la zucca è matura. Alla base della zucca c’è una codina che si presenta verde e ben attaccata alla pianta mentre la pianta è in fase di maturazione. Nella zucca matura o quasi pronta da raccogliere, la codina si secca del tutto e si stacca.

Le cure prima del raccolto

Prima del raccolto è necessario prestare alcune fondamentali cure alle nostre zucche.L’obiettivo è fare arrivare il frutto alla maturazione integro. In primis è importante preservare l’ortaggio dall’umidità e dal freddo. Porre, con le dovute attenzioni, la zucca su una tavola di legno evitando il contatto con il terreno è un ottimo modo per evitare l’umidità e dagli eventuali ristagni idrici portati dalle piogge. Anche una pacciamatura di paglia rappresenta un valido metodo per mantenere la zucca all’asciutto.
Fondamentale è evitare che le zucche non subiscano il freddo. La raccolta dovrebbe quindi avvenire prima che le temperature scendano sotto i 10 gradi. Si può proteggere la pianta proteggendola con del tessuto non tessuto per evitare che un freddo improvviso la rovini.
Un’altra attenzione da prestare è quella di evitare che il frutto ancora acerbo si stacchi accidentalmente. Un’ottima alternativa è fare arrampicare le zucche facendole poggiare su delle sorte di mensole dalle quali non possano cadere.

Quando fare la raccolta della zucca

Capire il giusto grado di maturazione della zucca ci aiuta a comprendere quando arriva il momento della sua raccolta. Il tutto va rapportato con il clima, in quanto il rischio gelate potrebbe compromettere tutto il lavoro svolto. Se la zucca presenta il giusto grado di maturazione, la sua raccolta deve avvenire tra fine agosto e novembre, prima che inizino le gelate. Si deve considerare che questi ortaggi sotto i 10°C soffrono molto. Premesso ciò, si deve tenere presente che più tempo le zucche restano nell’orto, più saranno buone e meglio si conserveranno. Il tutto con le dovute precauzioni e cure.

Come si conservano le zucche

Dopo il raccolto le zucche vanno fatte asciugare bene in un locale tiepido, ombreggiato, ben ventilato, ad una temperatura superiore ai 10 gradi, lasciando il picciolo ben attaccato, per scongiurare il rischio che entrino patogeni vari.
In tal modo la zucca può essere conservata per oltre sei mesi.

Ricapitolando: il periodo della raccolta della zucca va da fine agosto a novembre. Più la zucca resta in orto più buona sarà e meglio si conserverà, il tutto se si mettono in atto le dovute precauzioni e se non sopraggiunge il calo delle temperature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.